I disturbi psicosomatici

 

icon1

I disturbi psicosomatici

  alterazionni venose linfaticheSarà capitato a tutti, almeno una volta nella vita, di vivere dei periodi di forte stress affettivo o lavorativo.

Quando ci ritroviamo a far fronte a situazioni emotivamente molto impegnative, può capitare di presentare tutta una serie di sintomi attribuibili a condizioni cliniche più o meno complesse: andando a fare degli accertamenti però, tutti i valori rientrano nella norma.

Il mal di stomaco e l’emicrania continuano però a darci il tormento, la causa quindi qual è?

Il termine psicosomatico, si riferisce a tutta quella sintomatologia che trova in sé, un origine psicologica e si lega imprescindibilmente al concetto che lo stato mentale ed emotivo del paziente, influenzino anche lo stato di salute del paziente.

Per questo i disturbi psicosomatici, presenti negli adulti come nei bambini, si devono intendere come malattie vere e proprie capaci di provocare danni a livello organico e, nelle quali, le dinamiche psicologiche, emotive, familiari e sociali possono fungere da causa, mantenimento e/o esacerbazione.

I disturbi di tipo psicosomatico possono interessare diversi distretti del nostro corpo, ma vediamo quali sono i più colpiti:

• l’apparato gastrointestinale (ulcera peptica, colite spastica psicosomatica, gastrite),
• la cute (eczema, acne, psoriasi, orticaria, la dermatite psicosomatica, il prurito, la sudorazione profusa, la secchezza della cute e delle mucose),
• il sistema muscoloscheletrico (la cefalea tensiva o mal di testa, la cefalea nucale, il torcicollo, i crampi muscolari, la stanchezza cronica, la fibromialgia, dolori al rachide, l’artrite).
• l’apparato cardiocircolatorio (aritmia, tachicardia),
• l’apparato respiratorio (sindrome iperventilatoria)

Tutte queste condizioni possono evolvere in quadri clinici ancora più complessi, compromettendo ulteriormente lo stato di salute del paziente. É bene quindi non ignorare i primi sintomi e confrontarsi con il proprio medico per valutare, all’occorrenza, anche l’opportunità di un supporto psicoterapeutico.